domenica 7 gennaio 2007

Dividing Opinions (And Lives In Two Parts)

Fra pochi giorni uscirà il nuovo album dei Giardini di Mirò Dividing Opinions (e venerdì 19 saranno al covo con Pat at the controls dopo il concerto).
Un gruppo importante per me.
Per un paio di motivi.
Il primo, ed il più ovvio, è la loro statura, la loro capacità di creare scenari malinconici in cui mi è sempre piaciuto perdermi. Il nuovo album scombina le carte in tavola, come tutti i miei gruppi preferiti dovrebbero fare per essere definiti tali, con risultati eccellenti. L’introduzione del cantato “in proprio”, da molti temuto, non potrebbe essere più naturale e le canzoni, evidentemente ben testate durante la lunga sosta, sono forse le migliori che abbiano scritto.
Il secondo motivo è molto più personale.
Pigio il tasto rew dei ricordi, come sempre più spesso mi capita in questi post (mi nutro così tanto di passato perché il presente non è all’altezza? O è semplice nostalgia per una stagione che adesso non avrebbe senso?) e mi ritrovo ai primi mesi del 2001.
At the zoo e The Rise And Fall Of Academic Driftings, grazie alla sempre cortese sollecitudine del mio concittadino Daniele, sono in rotazione costante nei nostri ascolti.
Un senso di leggerezza pervade i giorni di inizio primavera.
Gdm al covo il 7 aprile.
Una bella serata, Pat ovviamente, F& F, come sempre una compagnia deliziosa, e molte altre facce e situazioni piacevoli.
I Giardini ci regalano la colonna sonora perfetta per questo cambio di stagione che, avremmo scoperto in seguito, era molto più che meteorologico.
Mi piacerebbe romanzare e scrivere che quello che è accaduto è successo in seguito, ispirato da una serata così. In realtà era successo tutto poche ore prima e quella sera, al Covo, c’era uno spettatore in più che si godeva abusivamente un gin lemon ed il concerto.
Era il 7 aprile 2001. Mia figlia era stata concepita da poche ore.

4 commenti:

Corrado Nuccini ha detto...

Vorrei che almeno una volta al giorno qualcuno mi raccontasse una storia del genenre.

grazie. corr.

tyler durden ha detto...

Grazie a voi, ragazzi.
TD

Spring Sale! ha detto...

sottoscrivo pienamente, anche perchè il mio bambino nascerà a marzo e so che significa: un'emozione ineguagliabile! il mio è stato concepito ad EuroDisney, però...
un bacio alla bambina.

patrick bateman ha detto...

Allora è deciso: il 19 ci siamo tutti.
Proprio come ai vecchi tempi.