giovedì 21 giugno 2007

Sweet Child O'Mine*

Il suo è completamente un altro mondo e non sempre è facile entrarci.
Quello che sbalordisce di più è la rapidità con cui è capace di passare dalla disperazione più totale ed apparentemente inconsolabile alla gioia senza freni.
Ecco, se dovessi definire Giulio nella maniera più semplice possibile, lo descriverei come un microscopico uomo a cui non hanno ancora montato i freni.
Quando aveva 39 giorni è andato al suo primo concerto.
Era una domenica pomeriggio di fine luglio e i Perturbazione suonavano all'Hana Bi mentre lui si lasciava cullare tra le braccia di una nota rock star.

Ogni volta che i led dello stereo si accendono Giulio comincia a muovere la testa avanti e indietro, preparandosi alla musica che di lì a poco uscirà dalle casse.
Pare non faccia preferenze: Sergio Endrigo o Joy Division pari sono.
Una volta si è ipnotizzato davanti allo schermo della tv su cui scorrevano le immagini di The Complete Truth About De-Evolution, il film documentario dei Devo, un incantesimo che non riesce così bene nemmeno con il dvd della Pimpa.
A volte mi chiedo se non sarebbe opportuno evitargli certi ascolti e certe visioni, che poi chi lo sa cosa ascoltavano e cosa vedevano da piccoli Jeffrey Dahmer e il killer del Green River.

Sono stati 365 giorni belli e difficili.
Ma ce l'abbiamo fatta.
Per ora.

Post scriptum per i tipi di Telefono Azzurro: il bicchiere di mojito era vuoto da un pezzo.
E Giulio comunque non sa usare la cannuccia.

*Versione dei Luna in "The Days of Our Nights" (Beggars Banquet, 1999)

10 commenti:

ele ha detto...

che bello che è.
buon compleanno.. :)

neon ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

il "mio" Giulio, invece, adora la sua sdraietta con le giraffe e i Jesus & Mary Chain... anch'io mi son posto il quesito su se fosse stato meglio evitargli certi ascolti, ma poi ho pensato che nel nome del gruppo sopra citato c'è pur ben sempre la parola "caramella"...
per ora noi siamo al terzo "complimese" e la settimana prossima andiamo ad Avignone: non per il Palazzo dei Papi, quanto per uno splendido negozio di chitarre vintage...
mia moglie ne è entusiasta...
tanti tanti tanti auguri dal profondo del cuore!
a presto!

roberto
NB

Anonimo ha detto...

chiaramente mi riferivo al primo album dei j&mc, che è poi quello che il mio figlio preferisce...
giraffine e distorsori a trapano, mah!

NB

marco ha detto...

buon compleanno al piccolo!
ci vediamo nel weekend all'hanabi, baci, marco

marco ha detto...

ne approfitto per invitarti al mio di compleanno.. domani sera, venerdi 22, dalle 19 in poi festeggiamo tre compleanni all'hanabi.. se riuscite a fare un salto magari anche con prole sarebbe un gran bel regalo!
un abbraccio

patrick bateman ha detto...

grazie a tutti.
non so chi ha eliminato il commento n.2, personalmente non sono nemmeno arrivato a leggerlo, ma notoriamente io di internet e computer non ci capisco una sega.
auguri marco, spiacente di non esserci stato.
si recupera domenica prossima.

chris ha detto...

a presto art.
moijto per tutti!

Anonimo ha detto...

ma che bei piediniiiiii!!!!

Teresa ha detto...

Che sorpresa vedere Giulio nel blog! Mi spiace aver dimenticato di fargli gli auguri ma ne approffitto adesso! ...che sia il primo di una serie di anni pieni di musica ritmo e vitalità come sapete dargli solo voi.